Mag 14 2019

Cristian Bianchetti nella HIGH ROULEURS SOCIETY

Sezione: News da The President ore 18:19


Con l’Everesting del 10 maggio 2019 sono con “onore e fatica” un membro della HRS – HIGH ROULEURS SOCIETY !!
Il concetto di ingresso nella HIGH ROULEURS SOCIETY è semplice.
Scegli qualsiasi percorso, anello o combinazione di strade e guida fino a raggiungere i 10.000 metri verticali (32,809 piedi).
Ci sono due modi in cui puoi accumulare i tuoi 10.000 metri di dislivello per il tuo ingresso nella HIGH ROULEURS SOCIETY e due linee guida leggermente diverse:

IL LIMITE: Un singolo giro ininterrotto di oltre 10.000 metri in verticale. Nessun limite di tempo, nessun requisito di distanza, nessun sonno consentito. Questo approccio consiste nel trovare i limiti di ciò che è possibile in un singolo giro. Se ti capita di completare un everesting (8848 mt di dislivello) bastano altri 1152 metri di dislivello per trasformare la tua sfida in HRS Limit. (conquistato il 10 maggio 2019)

IL VIAGGIO: più di 10.000 metri in verticale in meno di 36 ore, con un minimo di 400 km. Il sonno è permesso (mentre il tempo stringe), e in effetti dovrebbe far parte della tua strategia! Questo approccio riguarda la gioia di progettare qualcosa di epico e insolito. Con la possibilità di iniziare i due giorni in luoghi diversi, dovresti essere creativo con ciò che può essere raggiunto. (alla ricerca il 1 giugno 2019 alla Romagna Ultra Race)

Tutte le corse HRS completate appariranno nella Hall of Fame.

HELLS 500 è sempre stato al centro dell’innovazione e dell’avventura. È questo approccio che ci tiene interessati, entusiasti e costantemente alla ricerca.

Tutto è iniziato con un gruppo di ragazzi a cui è piaciuto pedalare sulle colline. Troppo.

Ci piaceva il fatto che, in quanto corridori di collina, eravamo in prima fila, quindi piuttosto che in gara, ci eravamo prefissati obiettivi che nessun altro stava facendo. Il pre-requisito per qualsiasi sfida che abbiamo fissato è stato che doveva essere difficile. Per qualificarsi, doveva essere troppo difficile uscire e pedalarlo. Trascorreremmo mesi ad allenarci per ogni nuova epopea, solitamente programmata con l’arrivo della primavera. Ciò significava che il punto cruciale del nostro allenamento ogni anno veniva intrapreso negli inverni freddi, bui e umidi in cui tutti gli altri sarebbero rimasti sotto il tetto.

Era questo approccio che avrebbe portato alla fine il marchio della nuvola blasonata su ogni braccio dei ciclisti Hells 500, e la striscia grigia sul petto. È un simbolo che ricorda agli altri che mentre stanno prendendo la calma durante l’inverno, è quello in cui pedaliamo di più. Ogni sfida completata porta a un’altra più difficile, come queste cose tendono a fare. Presto siamo stati coinvolti in un epico film di 500 km da 2 giorni attraverso l’High Country, inclusi 10.000 metri di arrampicata. Erano tutti i tipi di duro, e la parola viaggiava. Abbiamo iniziato a essere introdotti come “quegli inferni 500 ragazzi”. È bloccato. Gli inferni 500 non hanno paura dell’epica dispari. In effetti, più è dispari, maggiore è l’appeal. Clicca qui per saperne di più su alcuni dei nostri epici precedenti … (tradotto dal sito ufficiale)


Mag 12 2019

Bianchetti Cristian e Un’avventura in bici da 10.000 mt

Sezione: News da The President ore 11:20

Ce l’ha fatta! 10.000 metri di dislivello in 327 km.
Il 10 maggio con partenza prima dell’alba ed arrivo dopo il tramonto in 17 ore e 15, l’ultracycler reatino ha scalato 25 volte la salita di Poggio Bustone  (dall’atterraggio del volo libero al Santuario Francescano).



“Sembra una cosa noiosa pedalare 25 volte sulla stessa salita, ma Poggio Bustone offre una visuale da quadro e ad ogni ascesa cambiava il contorno; notte buia e fredda, alba, nebbia, foschia, freddo, nuvole, sole, qualche goccia d’acqua, il tramonto, l’imbrunire e di nuovo la notte ma più calda. Sono felice per la mia determinazione, mi ero posto questo traguardo in occasione di una gara ultracycling da 550km con 14.000 mt di dislivello che si svolgerà il 1 giugno a Forli.
Ho tardato la preparazione quest’anno a causa di un infortunio ma mi sento bene, soprattutto di testa! “



La sfida personale era nata “In occasione dei 50 anni dall’uscita del primo album di Lucio Battisti, nel 1969, in modo da ricordarlo con una scalata sulla salita del suo paese natale

Per farlo aveva in programma un Everesting (scalare una salita più volete fino al raggiungimento dell’altezza dell’Everest, 8848 mt)  con obiettivo extra di 10.000 metri di ascesa (per entrare nella High Rouleurs Society) con 25 “discese ardite” e 25 “risalite” di 6.45 km e 405 mt di dislivello, ognuna targata con il titolo di una sua canzone uscita come singolo su 45 giri.

Rigorosamente Lato A per le Discese ardite e Lato B per le risalite, 50 canzoni per l’anniversario dei 50 anni dell’uscita del suo primo Album ”LUCIO BATTISTI”.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno supportato con calore durante le ascese e tutti i partner che hanno reso possibile questo sogno.

Tags:

Mag 07 2019

Everesting a Poggio Bustone, omaggio a Lucio Battisti

Sezione: News da The President ore 12:54

Locandina-evento-1web

 

In occasione dei 50 anni dall’uscita del primo album di Lucio Battisti, nel 1969, l’ultracycler Cristian Bianchetti lo ricorderà con una scalata sulla salita del suo paese natale: Poggio Bustone.

Per farlo ha in programma un EVERESTING di 8848 metri di dislivello, con obiettivo extra 10.000 metri di ascesa con 25 ripetute sulla salita che attraversa il suo paese, partendo dall’atterraggio del volo libero fino al Santuario Francescano dopo 6.5 km e 400mt di dislivello… 

Il tutto con 25 “discese ardite” e 25 “risalite” … ognuna targata con il titolo di una sua canzone uscita come singolo su 45 giri… Rigorosamente Lato A per le Discese ardite e Lato B per le risalite:
50 canzoni per l’anniversario dei 50 anni dell’uscita del suo primo Album ”LUCIO BATTISTI”.

Locandina-evento-2web

N°  Discese Ardite (Lato A) / Risalite (Lato B)    Anno

1 Dolce di giorno / Per una lira 1966
2 Luisa Rossi / Era 1967
3 Prigioniero del mondo / Balla Linda 1968
4 La mia canzone per Maria / Io vivrò (senza te) 1968
5 Un’avventura / Non è Francesca 1969
6 Acqua azzurra, acqua chiara / Dieci ragazze 1969
7 Mi ritorni in mente / 7 e 40 1969
8 Fiori rosa fiori di pesco / Il tempo di morire 1970
9 Emozioni / Anna 1970
10 Pensieri e parole / Insieme a te sto bene 1971
11 Dio mio no / Era 1971
12 Le tre verità / Supermarket 1971
13 La canzone del sole / Anche per te 1971
14 Elena no / Una 1972
15 I giardini di marzo / Comunque bella 1972
16 Innocenti evasioni / Il leone e la gallina 1972
17 Il mio canto libero / Confusione 1972
18 Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi… / Vento nel vento 1973
19 La collina dei ciliegi / Il nostro caro angelo 1973
20 Due mondi / Abbracciala abbracciali abbracciati 1974
21 Ancora tu / Dove arriva quel cespuglio 1976
22 Amarsi un po’ / Sì, viaggiare 1977
23 Una donna per amico / Nessun dolore 1978
24 Una giornata uggiosa / Con il nastro rosa 1980
25 E già / Straniero 1982

#everesting  #luciobattisti #musiciclista #hellavation #highrouleur#hells500 #poggiobustone
Un’avventura – Tributo acustico a Lucio Battisti

Tags: